Invia gli ordini d'acquisto tramite il nostro sito per usufruire di uno sconto extra del 3%. Clicca qua per vedere tutti prodotti. A partire dal 12/01/2023 la ragione sociale della scrivente Società è stata modificata in: CAMLOGIC S.R.L.

News

Produzione birra: a ogni fase si abbina una gamma di indicatori

12/10/2021

In occasione dell’anniversario dell’OktoberFest, festa che si tiene a Monaco di Baviera sin dal 1810, CAMLogic ha voluto approfondire il processo di produzione della birra. Gli ingredienti e il procedimento sono rimasti invariati nei secoli: acqua, cereali, luppolo e lievito; sono cambiati però i metodi di trasformazione – da artigianali a industriali – e le ricette in base ai mercati e ai gusti dei consumatori. Vediamo cosa ha comportato l’industrializzazione e l’automazione nei birrifici nei diversi passaggi, dall’ammostatura (la mescola del malto con l’acqua) fino all’imbottigliamento e la distribuzione.

1. Approvvigionamento

La produzione della birra inizia con l’approvvigionamento e relativo stoccaggio dei cereali in appositi silos. È fondamentale che questi siano dotati della sensoristica necessaria a verificare il giusto mantenimento delle caratteristiche chimico-fisiche del prodotto e della strumentazione di processo quali indicatori di livello. Prendendo come esempio la gamma CAMLogic, in questa fase del processo vengono coinvolti i modelli rotativi e capacitivi come il PFG05X, il PFG57X ed il PFG06, tutti idonei al contatto con alimenti (MOCA).

2. Ammostatura

Durante l’ammostatura, il malto macinato mescolato all’acqua viene gradualmente riscaldato fino a raggiungere la temperatura ideale. L’estrazione dell’aroma richiede svariate ore perché si formi il mosto, che una volta fatto, viene lasciato decantare per separare i residui solidi dal liquido. Si ottiene così il “primo mosto”, portato poi a ebollizione nella caldaia fino a raggiungere la concentrazione necessaria. Solo a questo punto il mastro birraio aggiunge alla miscelazione il luppolo aromatico.

3. Fermentazione

In seguito all’aggiunta di lievito, nella cantina di fermentazione inizia la fermentazione alcolica che dura circa 7 giorni. Il risultato del processo è la cosiddetta “birra giovane”.

4. Stagionatura

La birra giovane viene poi fatta maturare a una temperatura tra i -1 a 5 °C per circa un mese. Attraverso la stagionatura ottiene corpo, sapore e gusto. Concluso il tempo di decantazione, viene filtrata ancora una volta ed è pronta per essere gustata.

In tutte le cisterne di lavorazione e decantazione coinvolte nella produzione della birra si possono installare dispositivi per l’indicazione del livello dei liquidi. CAMLogic propone diversi strumenti con idoneità MOCA come:

  • il CLR20, livellostato a galleggiante con magnete permanente e contatti reed senza attrito che consente di rilevare fino a 3 livelli;
  • oppure il CLC40, indicatore conduttivo che controlla fino a due livelli indipendenti ed in cui è possibile regolare il ritardo di intervento;
  • ancora lo strumento a galleggiante PFGLP22 in grado di resistere a temperature che vanno dai -10 ai 100 °C.

Vuoi sapere di più sugli indicatori di livello CAMLogic certificati MOCA? Contattaci per ricevere dettagli.